ALOE ARBORESCENS E ALOE VERA BARBADENSINS

LA DIFFERENZA TRA ALOE ARBORESCENS E ALOE VERA BARBADENSINS

Che cos’è l’Aloe

Per capire la reale differenza tra ALOE ARBORESCENS E ALOE VERA BARBADENSINS va innanzitutto fatto un breve cenno sulla pianta di Aloe, una descrizione generale, morfologia, coltivazione, usi e cenni storici.

L’Aloe è un genere di pianta succulente xerofile (ovvero una pianta adattata a vivere in ambienti caratterizzati da lunghi periodi di siccità o da clima arido e/o desertico) appartenente alla famiglia Aloeaceae che raggruppa oltre 500 specie come ad es. l’Aloe Vera, l’Aloe arborescens, l’Aloe dichotoma, l’Aloe varegata ecc.

Gli usi sono molteplici e svariati, dall’uso come antinfiammatorio, antidolorifico, antiparassitario e stimolante delle difese immunitarie all’uso come sedativo e antiemorragico.

In genere i tessuti “carnosi” della pianta sono usati freschi su piccole ustioni, per uso interno in gastriti e ulcere e come cosmetici.

La polpa usata appena estratta o stabilizzata con procedimenti antiossidatori viene usata efficacemente contro scottature e/o irritazioni della pelle.

La resina estratta viene usata sin dal medioevo da lassativo

L’aloe ha un sistema ben congeniato che utilizza per difendersi dagli attacchi esterni:

  • Il primo metodo di difesa (immagine sotto)

è di tipo meccanico, tramite le spine presenti sui lati delle foglie, impedisce agli animali di morderlaALOE ARBORESCENS E ALOE VERA BARBADENSINS

  • Il secondo metodo di difesa (immagine sotto)

è una sostanza gialla interna alla foglia e posta tra la buccia esterna ed il gel contenuto all’interno.

ALOE ARBORESCENS E ALOE VERA BARBADENSINS

Le specie più utilizzate

Le specie più utilizzate sono senza dubbio l’Aloe arborescens e l’Aloe Vera

La realtà più triste è data dal fatto che, oramai, gli scaffali di supermercati, farmacie ecc. sono strapieni di prodotti a base di Aloe.

Spesso però ignoriamo la differenza tra l’uno e l’altro prodotto.

Vero è che, l’Aloe è una pianta “miracolosa”, ovviamente non nel senso letterale del termine ma nel senso che ha realmente delle proprietà eccellenti.

L’Aloe possiede dei componenti che aiutano tanto a ottenere uno stato di benessere generale, qualunque sia il motivo per cui si decide di farne uso.

 

DIFFERENZA TRA ALOE ARBORESCENS E ALOE VERA BARBADEBSINS

l’Aloe arborescens

è senza dubbio una piante dalle molteplici qualità, in grado di dare eccellenti benefici a chi ne fa uso, va però detto che, tutti i prodotti da essa ricavati hanno come ingrediente principale proprio l’ALOINA.

E’ proprio per la presenza di ALOINA, quel prodotto giallastro e dall’assunzione poco raccomandata che, affinché possa essere utilizzata, l’Aloe arborescens necessita di alcuni processi di lavorazione non semplici e alquanto articolati.

La preparazione dell’Aloe arborescens

Persone preparatissime ci spiegano che l’aloe arborescens, per poter essere consumato ha bisogno di un trattamento tutto particolare, l’aloe in questione va miscelata e quindi trattata con miele e grappa, le foglie devono avere delle dimensioni ben precise, i quantitativi degli ingredienti oltre che delle foglie di aloe, misurati in grammi devono essere proporzionati alle dimensioni stesse delle foglie, le foglie da utilizzare non vanno tagliate né troppo in alto perché sono troppo giovani, nè troppo in basso perchè sono ingiallite e appassite.

Durante la preparazione le foglie non dovranno assolutamente vedere la luce, neanche quella artificiale (bisognerebbe praticamente lavorare al buio), vanno protette da un foglio di plastica ma che non sia trasparente (già siamo al buio, se poi le copriamo con la plastica lo vedremo bene il lavoro che facciamo!!!).

Vanno prima tolte le spine lasciando tutta la buccia esterna, vanno poi tagliate a pezzetti e messe in un frullatore insieme al miele.

Infine vanno messe in un barattolo opaco in cui non possa entrare la luce e messe nel frigorifero (certo, il frigorifero all’interno ha una luce artificiale che si accende ogni qual volta lo si apre e questo, a leggere le varie indicazioni è deleterio per il trattamento delle foglie di aloe arborescens, e quindi.. va eliminata anche quella luce manomettendo le funzioni stesse del frigo o ci chiudiamo noi stessi dentro per evitare di aprirlo??)

La quantità di miele indicata poi è il 50%, qualcuno lamenta problemi a denti e gengive a causa di così tanto miele poi…non so!!

Lavorazione lunga e complessa

Non è certo difficile dedurre che si parla di una lavorazione, complessa, lunga, delicata e alquanto articolata

A questa lavorazione va comunque MOLTA ATTENZIONE se non vogliamo mettere in atto un vero e proprio attentato ai danni nel nostro intestino.

Ovviamente, in presenza di questo “problema” viene proposta in alternativa la possibilità di acquistare il prodotto direttamente finito presso alcune aziende che trattano l’Aloe Arborescens in maniera professionale, e sulla professionalità riguardo ai procedimenti non c’è nulla da eccepire ovviamente.

Ma una delle particolarità di questa ricetta è data dal fatto che viene indicato di togliere le sole spine dalla foglia, per poi tagliare a pezzettini e mettere tutto in frullatore lasciando quindi sia la foglia che lo strato intermedio che separa la foglia dalla polpa, ovvero l’ALOINA, ed è proprio questa la ricetta che viene rispettata dalle aziende professioniste nel settore.

E’ utile sapere che raccogliere e lavorare le foglie di Aloe Vera è un lavoro lungo, richiede tempo ed è costoso.

La stragrande maggioranza dei produttori velocizza la lavorazione e abbassa quindi i costi.

Tagliando le piante, le frullano ed ecco che il “bottiglione di acqua verde” è pronta all’uso.

aloe buccia gel aloina

 

Quello che non viene però è il motivo per cui, sui prodotti a base di Aloe Arborescens in commercio le dosi consigliate sono sempre bassissime.

Sia la foglia, che l’ALOINA (strato intermedio che separa la foglia dalla polpa), se ingeriti possono causare gravi disturbi a livello intestinale.

Cos’è l’Aloina

L’aloina, è una sostanza contenuta naturalmente nella pianta di aloe e come detto sopra si trova all’interno della pianta come forma di difesa.

Questa sostanza, ovvero l’aloina appartiene alla famiglia degli antrachinoni, ha un potere fortemente lassativo e infiamma le pareti intestinali se l’uso diventa regolare e prolungato.

ALOE ARBORESCENS E ALOE VERA BARBADENSINS

Aloina: quando può essere utile assumerla?

Quando siamo dinnanzi ad episodi più o meno frequenti di stitichezza un lassativo può essere utile in una prima fase iniziale che dura indicativamente una settimana, l’aloina in questo caso potrebbe risultare un’alternativa utile.

In linea di massima però, i lassativi non sono mai una buona soluzione o un buon rimedio per combattere la stitichezza e i problemi intestinali, questo perché i lassativi non rieducano l’intestino a ripristinare il movimento di peristalsi ma inducono uno svuotamento meccanico del canale intestinale.

La peristalsi è il movimento naturale che l’intestino compie per far progredire le feci al suo interno fino ad arrivare all’espulsione.

Un semplice lassativo non può e non deve essere usato per un lungo periodo.

L’aloina contenuta nell’aloe può essere quindi utilizzata solo una tantum nei casi sopracitati ma non può essere assunta regolarmente.

Uso dell’aloina nella storia

Per questa sua caratteristica lassativa, in passato l’Aloe Vera contenente aloina veniva usata come purgante naturale e come abortivo durante la gravidanza perché, a causa delle forti contrazioni intestinali provocate le donne arrivavano appunto all’aborto.

L’industria farmaceutica utilizza l’aloina per la preparazione di polveri e compresse con effetto lassativo, ma uno studio americano pubblicato nel 2013 ha dimostrato che l’estratto in polvere di aloina utilizzato in modo eccessivo e continuativo può provocare tutti i problemi sopra descritti.

Da qui la conclusione che questi farmaci utilizzati a lungo termine possano risultare anche molto pericolosi.

Controindicazini per l’utilizzo dell’aloina

L’aloina ha effetti infiammatori sulle pareti intestinali perché induce in maniera meccanica l’evacuazione, ovvero lo spostamento delle feci attraverso il canale intestinale.

L’aloina che si accumula nelle pareti dell’intestino tende col tempo a creare infiammazione dei tessuti.

Oltre a questo effetto collaterale, la composizione chimica dell’aloina crea un attacco alle cellule bersaglio che a loro volta secernono una sostanza irritante per l’intestino.

Quindi, riassumendo, si generano delle scariche diarroiche che terminano solo con la cessazione dell’assunzione di aloina.

Riassumendo
  • l’Aloina irrita la flora intestinale e non ti permette di assorbire nessun nutriente;
  • infiamma le pareti intestinali se l’uso diventa regolare e prolungato (ha quindi effetti infiammatori;
  • è irritante per la mucosa intestinale
  • contrasta la rieducazione dell’intestino;
  • può diventare una sostanza ABORTIVA (può quindi causare l’ABORTO);
  • come tutti gli antrachinoni può provocare coliche:
  • il sovradosaggio può provocare diarrea, crampi addominali nausea e squilibri intestinali;
  • nei casi più lievi provoca crampi, debolezza muscolare e confusione, nei più gravi epilessia e gravi disturbi cardiaci;
  • l’Aloina non permette all’organismo di assimilare nutrienti, motivo per cui ne è sconsigliato l’uso durante la gravidanza (al piccolo in grembo potrebbero sopraggiungere carenze nutrizionali);
  • intensifica i dolori durante il ciclo mestruale

Proprio a seguito di tutto ciò sui prodotti a base di Aloe Arborescens che troviamo in commercio le dosi consigliate sono sempre bassissime.

Da un lato le basse dosi limitano i danni nascondendo tutti questi effetti collaterali, o comunque il nostro organismo sarà in grado di ricorrere da solo ai ripari.

Dall’altro lato invece la bassa dose vuol dire anche limitata assunzione del SUCCO DI ALOE e quindi IL GEL DI ALOE che è invece il vero nutriente della pianta.

 

ALOE VERA (ALOE BARBADENSIS)

Il punto di forza dell’ALOE VERA (ALOE BARBADENSINS) è l’assenza di ALOINA

E’ risaputo che le proprietà dell’aloe da bere si trovano nella parte “edibile” delle foglie fresche, ovvero la mucillagine del letto interno (il gel interno).

Infatti tante ricerche hanno dimostrato che il succo d’aloe vera da gel fresco ha molti beneci per l’intestino in quanto svolge una potente azione antinammatoria e cicatrizzante dei tessuti interni.

Se fatto a regola d’arte il Gel di Aloe Vera può essere consumato in qualsiasi caso, questo grazie al fatto che restano solo le proprietà benefiche dell’Aloe Vera ovvero le vitamine, i minerali, gli enzimi, gli amminoacidi e perfino l’indispensabile Vitamina B12 purtroppo rara tra i vegetali e ambita da chi ha scelto di non consumare carne nella propria dieta.

Qualunque nutriente ingeriamo viene tranquillamente assimilato dal nostro organismo in quanto l’Aloe Vera senza Aloina non presenta tracce di quelle sostanze irritanti che causano l’effetto opposto.

Il Gel di Aloe Vera, se raccolto, stabilizzato e imbottigliato con la miglior cura possibile, può essere bevuto anche in gravidanza ed allattamento.

E’ comunque vero che, spesso l’Aloe Vera (o Barbadensins) al fine soprattutto di abbassarne i costi viene trattata con una grande quantità di acqua e quindi eccessivamente diluita, il che riduce e non di poco gli effetti benefici che dovrebbe invece avere l’Aloe, ma questa realtà non è assolutamente presente nella lavorazione dell’Aloe Vera da parte di Forever Living Products

La nostra azienda ha investito, e continua ad investire nel tempo enormi risorse in termini di ricerche e quindi di tempo

Forever investe in lavorazioni e quindi denaro affinché i benefici del prodotto finale risultino inalterati ed efficienti.

Sul mercato esiste un solo prodotto con queste caratteristiche, ed è l’Aloe Vera prodotta dalla Forever Living Products

Forever Living Products

è l’unica azienda al mondo che ha brevettato il sistema di estrazione dell’aloina dall’Aloe Vera a freddo con un mirato e studiato tipo di taglio di lama che asporta l’esterno della foglia e l’aloina lasciando il gel fresco puro e vivo senza quindi danneggiare le proprietà dell’Aloe Vera.

L’Aloe Forever è cresciuta e coltivata attentamente per assicurare che la pianta sia della più elevata qualità possibile.

Il Gel di Aloe Vera è l’ingrediente principale dei prodotti e Forever Living Products tiene particolarmente ad assicurarsi che il raccolto sia il migliore in assoluto.

Forever Living possiede e controlla il 100% delle sue piantagioni di Aloe, ed in questo modo riesce a controllare la stagione di semina, la selezione delle piante, i metodi di fertilizzazione e controllo delle erbacce, le stagioni di raccolta, la lavorazione, l’immagazzinamento e la consegna.

Dalla semina alla raccolta, le piante di Aloe vengono nutrite e cresciute con molta attenzione, la stessa che viene dedicata a ognuno dei prodotti finali

Gli agricoltori, dipendenti diretti della Forever Living raccolgono l’Aloe a mano e la trattano con estrema cura.

Le foglie vengono lavorate entro poche ore così da poter fornire il più fresco e puro gel di Aloe Vera mantenendo integre le sue proprietà.

La raccolta

Al momento della raccolta un team scientifico si assicura che il prodotto sia il più fresco e potente disponibile sul mercato.

Ci sono degli scienziati dipendenti della Forever Living costantemente concentrati a sviluppare il massimo potenziale dalle piante.

I processi di raccolta e di stabilizzazione sono brevettati ed in costante evoluzione per assicurare che l’ Aloe preservi la sua forma più fresca e che mantenga il massimo dei suoi benefici.

Ad oggi, le tecniche di raccolta e lavorazione avvengono a mano per preservare profondi livelli di controllo della qualità.

E’ per questo motivo che Forever mantiene il controllo sul 100% delle sue piantagioni, così da assicurare che tutto il processo, dalla semina alla lavorazione, sia seguito accuratamente con la stessa attenzione dedicata nel mantenere alti gli standard di ogni prodotto finale.

Lo stabilimento all’avanguardia, permette di sigillare la freschezza del gel in poche ore dal raccolto, così che l’Aloe più pura può essere spedita ai laboratori produttivi di proprietà della Forever Living senza perdere nessuna delle sue potenti proprietà

Un grandissimo punto di forza della Forever Living è che non accetta nulla al di sotto del 100% del controllo del processo produttivo, dalla semina al prodotto finito.

Le materie prime possono variare fino al 500% a seconda del metodo di raccolta, del clima, della stagione e delle condizioni di immagazzinamento.

Per minimizzare le variazioni e per garantire la qualità dell’Aloe, (requisito fondamentale per capire la differenza tra ALOE ARBORESCENS E ALOE VERA BARBADENSINS) le foglie vengono lavorate e confezionate per la spedizione verso gli stabilimenti nelle ore successive alla raccolta per assicurare che il Gel di Aloe Vera rimanga integro delle sue proprietà così come cresce in natura.


Contattaci

Per consulenze,  informazioni o acquisti sarò lieta di consigliarvi tra gli oltre 200 prodotti in catalogo quello più indicato alle vostre reali esigenze.

Per info chiamami al numero +39 3282852274 dott.ssa Laura Leotta Oppure contattaci via email

Clicca e chatta ALOE ARBORESCENS E ALOE VERA BARBADENSINSFacebook Messenger ALOE ARBORESCENS E ALOE VERA BARBADENSINS

 

 


se vuoi acquistare i prodotti Forever clicca sotto

Compra subito ALOE ARBORESCENS E ALOE VERA BARBADENSINS


 

 

 

 


La Rosa Del Benessere

CON LA ROSA DEL BENESSERE, GRAZIE AI PRODOTTI ALOE VERA FOREVER, I BENEFICI SONO ANCHE ECONOMICI.

SIAMO UN GRUPPO DI LAVORO INDIPENDENTE, DINAMICO E CHE OPERA NEL SETTORE DEL BENESSERE, UN MERCATO IN RAPIDA CRESCITA E SEMPRE IN CONTINUA EVOLUZIONE.

TUTTE LE PERSONE CHE, DOPO AVER PROVATO I PRODOTTI ALOE VERA FOREVER DESIDERANO CONDIVIDERNE I BENEFICI CON AMICI E CONOSCENTI POSSONO ENTRARE A FAR PARTE DEL NOSTRO PROGETTO DI SVILUPPO DI UNA ATTIVITÀ DISTRIBUTIVA CON LA ROSA DEL BENESSERE

 


 

 

 

 

Commenta o chiedi informazioni

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: